Nuova intervista a Paolo Raviola: Asti, gli astigiani, il Palio

Il progetto web "Il Banco delle Memorie", ideato e diretto da Luciano Nattino della casa degli alfieri, che dal 2015 è approdato sulla rete globale, dopo un anno e mezzo di ricerche e di interviste a nuovi testimoni, ha ricominciato le pubblicazioni online di materiali inediti.

"Il Banco delle Memorie"  è un sito internet che raccoglie videointerviste e documentari più complessi appositamente realizzati per l'Archivio della Teatralità Popolare suddivisi in quattro sezioni: Le tradizioni nell’Astigiano, Paesaggio, tipicità e sapori, le memorie degli anziani e i protagonisti della vita sociale e culturale astigiana.

E' realizzato con il sostegno determinante della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e dell'Unione Colli DiVini nel Cuore del Monferrato. Vanta della collaborazione stretta con la rivista Astigiani.

Ricorda Nattino: " Gli uomini sono biblioteche che scompaiono. Così scriveva Borges nel suo infinito andare e ritornare. E il Banco delle Memorie intende essere, per trasparenze, una fresca rinascita. Un sentimento afferrato in un momento che il cuore aspettava."

E' online nella sezione "Protagonisti della vita sociale e culturale astigiana" la nuova videointervista a Paolo Raviola dal titolo "Asti, gli astigiani, il Palio", in versione trailer e integrale.

Paolo Raviola è un vero proprio “Astigiano doc”, artista dalla personalità eclettica, che si dedica alla scrittura, alla musica ed al teatro, arti e che utilizza per comunicare la sua profonda e appassionata conoscenza della città di Asti, degli astigiani, della storia recente e remota, non senza una vena di garbata ironia. Autore di numerosi scritti di cultura, storia e società del territorio astigiano, ha di recente pubblicato il suo quinto libro, “E’ partij a culùmba”. Recente è pure la distribuzione del sesto, “1967 - 2017 Si corre il Palio!”, che celebra il primo mezzo secolo dalla ripresa della manifestazione. Come autore e interprete musicale ha pubblicato, tra gli altri, l’album “Storia di un astigiano”(2008) e la raccolta “Manimàn” (2015). E’ socio fondatore e collaboratore della rivista di cultura locale “Astigiani”.

Ha ricoperto la prestigiosa carica di Capitano del Palio e fa parte del Consiglio del Palio.

Qui racconta appunto di Asti, astigiani e dell'amato Palio in modo brillante, non lesinando aneddoti e curiosità.

L'intervista è realizzata da Patrizia Camatel, editing e regia video a cura Riccardo Bosia.

L'organizzazione ed coordinamento sono di Massimo Barbero.

Tra le prossime pubblicazioni sul sito la videointervista a Enrico Morando, imprenditore dalle radici contadine di Castagnole Monferrato e un doppio documento video su Lino Vaudano di Cisterna d'Asti, che ci racconterà del Museo "Arti e mestieri di un tempo" e del Ristorante Garibaldi, due eccellenze del nostro territorio.